Altaflex


Vai ai contenuti

Menu principale:


Dormire bene

Come scegliere


   Dormire bene




LE REGOLE PER DORMIRE BENE


Dormire è una necessità, è indispensabile per il ristoro dell’organismo, per ristabilire l’equilibrio fisico e psicologico.
Il fabbisogno di sonno varia a seconda delle età: i neonati dormono circa 16-18 ore, equamente distribuite nell’arco
delle 24 h; i bimbi in media 14 ore; gli adolescenti circa 10 ore, mentre gli adulti 7-8 ore.
La necessità di dormire è soggettiva: per alcuni sono sufficienti 5 ore, mentre altri hanno bisogno di 10; tuttavia, è
importante che il sonno sia costante e regolare, non interrotto da continui risvegli.

• Una sana alimentazione. La composizione di alcuni cibi, le combinazioni alimentari e le porzioni hanno influenza
sulla qualità e quantità del sonno. Evitare cene abbondanti, ricche in grassi e fritti, mentre sono da preferire cibi
leggeri e cotti in modo semplice, ricchi di nutrienti in grado di favorire il sonno. Le uova, il pesce, i legumi, il latte contengono,
ad esempio, un aminoacido essenziale, il triptofano, necessario all’organismo per produrre due ormoni,
la serotonina e la melatonina, importanti nella regolazione del sonno. Inoltre, vitamine B1 e B6, calcio, magnesio,
potassio possono migliorare la qualità del sonno ed essere quindi d’aiuto.
• Bere una tisana rilassante, a base di camomilla, fiori d’arancio, tiglio, verbena, può favorire il relax e avere un
effetto calmante.
• Sono, invece, da evitare gli alcolici e le bevande eccitanti ricche di caffeina, stimolanti del sistema nervoso.
• Evitare il fumo di sigaretta.
• Dormire in una stanza fresca:il caldo, il freddo, l’umidità possono ostacolare il sonno; la temperatura ideale non
dovrebbe superare i 18°C.
• Evitare l’esercizio fisico pesante prima di addormentarsi.
• Cenare e coricarsi sempre allo stesso orario, per abituare l’organismo ad orari fissi.
• Evitare TV e videogiochi in camera da letto.
• Alzarsi dal letto se non si riesce a dormire: è inutile girarsi e rigirarsi nel letto, se non si riesce a prender sonno;
meglio alzarsi e provare a rilassare corpo e mente, ascoltando musica dolce o facendo yoga.

INSONNIA E OBESITA’

Dormire poco fa aumentare la probabilità di ingrassare; la durata del sonno, infatti, sembra influenzare il livello di due
ormoni: leptina e grelina. Il primo, prodotto dagli adipociti, è responsabile del senso di sazietà, mentre il secondo,
prodotto dallo stomaco, stimola l’appetito. Alcuni studi hanno dimostrato che dormire poco riduce i livelli di leptina e
fa innalzare quelli di grelina, per cui, si tende ad ingrassare proprio per un alterato equilibrio tra fame e sazietà., che
indurrebbe a mangiare di più.


Dott.ssa Chiara Vicenti



       

Torna ai contenuti | Torna al menu